ISTITUTO ITARD - Istituto di Ricerca– Formazione - Certificazione – Consulenza – Servizi - Pubblicazioni

CENTRO STUDI ITARD - Ente formatore accreditato MIUR - Membro della British Dyslexia Association

Partner di

CIDD - Centro Internazionale Dislessia e Disprassia

PSICOPEDAGOGIE.IT - Istituto di formazione Milano

Scuola di Alta specializzazione di Pedagogia e Psicologia giuridiche – Ancona – Milano

I MASTER ITARD

L’Istituto Itard, Istituto di Ricerca, Formazione, Certificazione, Consulenza, Servizi, Pubblicazioni

promuove azioni specialistiche per:

FORMAZIONE

ORIENTAMENTO PROFESSIONALE

VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

ATTIVAZIONI DI RETI PROFESSIONALI

DOMINI SPECIALISTICI

PEDAGOGIA CLINICA

DISLESSIA – DISPRASSIA – DISORDINI FUNZIONALI

RIABILITAZIONE – ABILITAZIONE SPECIALI

GESTIONE DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE

GESTIONE DI SERVIZI ALLA PERSONA

EDUCAZIONE E COORDINAMENTO ASILI-NIDO

PSICOLOGIA E PEDAGOGIA GIURIDICHE

MOTRICITÁ E SPORT

FORMAZIONE MUSICO-MOTORIA

CONTATTI

Segreteria 071-7489096 338-8254351

Istituto Itard - Centro Studi Itard

VI MASTER BIENNALE

di SPECIALIZZAZIONE IN

PEDAGOGIA CLINICA

PALERMO - A.A. 2017 – 2019

ISTITUTO MARIA IMMACOLATA

Corso Re Ruggero[1], 2 - 90134, Palermo

Direttore Responsabile – Prof. Piero Crispiani

COMITATO SCIENTIFICO

Prof. Piero Crispiani - Università di Macerata

Prof.ssa Cristina Benelli - Università di Messina

Prof.ssa Elena Mignosi - Università di Palermo

Prof.ssa Giuseppa Compagno - Università di Palermo

Dott. Emanuele Trapolino - Neuropsichiatra – Palermo

10 novembre 2017 – gennaio 2019

Copertura BONUS MIUR

INFO:

Coordinatori: Prof. Vincenzo Bussa - Tel. 338-7302841 vincenzobussa@gmail.com

Dott. Filippo Nobile - Tel. 320-6793169 filippo.nobile44@gmail.com

 

Destinatari[2]: Laurea in Pedagogia, Scienze dell’Educazione (triennali e magistrali), Scienze della Formazione Primaria, Psicologia, Sociologia, Scienze Motorie o lauree in ambito umanistico (o previsione di laurea entro il 2017). Terapisti, Insegnanti, Educatori, Dirigenti di Comunità.

Il Master è organizzato dall’Istituto di Formazione in Pedagogia Clinica “Istituto Itard” in collaborazione con il “Centro Studi Itard” che ha sede a Monte San Vito (ANCONA).

In relazione ai propri titoli di studio, il Master dà diritto all’iscrizione a:

  1. Albo Professionale Nazionale dei Pedagogisti dell’UNIPED.
  2. Registro Nazionale interno dei Pedagogisti Clinici dell’UNIPED.
  3. Registro Nazionale interno degli Specializzati in Pedagogia Clinica dell’UNIPED.
  4. Albo straordinario dei Dottori Educatori con Laurea triennale, interno all’UNIPED.
  5. Registro Nazionale degli Educatori-Pedagogisti, con Laurea in Pedagogia o equipollente, interno all’UNIPED.
  6. Registro Nazionale dei Dottori Professionisti in ambito pedagogico della UNIPED.

Inoltre il Master consente il conseguimento delle seguenti specializzazioni conferite dall’Istituto Itard e l’accesso ai Registri degli Specialisti Itard dell’INDEX-IPR Private System International Professional Registers[3].

  1. Registro Specialisti Itard nella Condizione Dislessica&Disprassica- INDEX-DSA.
  2. Registro degli Specialisti Itard sull’Autismo - INDEX-Autismo.
  3. Registro degli Specialisti Itard sui Nidi d’infanzia - INDEX-PAN - Professionisti in Asilo Nido.

Al termine del Master, si rilasciano i seguenti Documenti:

  1. Diploma di Specializzazione in Pedagogia Clinica.
  2. Attestato di specializzazione nei Disturbi di apprendimento secondo le Pratiche Ecologico-Dinamiche (CLIDD).
  3. Attestato di Responsabile scolastico sui DSA.
  4. Attestato di specializzazione sull’autismo (INDEX-IPR).
  5. Attestato di Specialista di Asilo Nido - PAN.
  6. Libretto Formativo e delle Competenze.

1. STRUTTURA DEL MASTER

Lezioni e seminari ore 300 (20 moduli/week end)

Autoformazione individuale monitorata 500

Valutazioni intermedie 300

Autobiografia formativa 30

Formazione sul campo 150

Colloqui di orientamento alla professione 20

Valutazioni e tesi finale 200

Apertura del Libretto Formativo e delle Competenze Totale n. 1500 ore

2. SEDE

ISTITUTO MARIA IMMACOLATA, Corso Re Ruggero 2, - 90123, Palermo

3. ORARI

Moduli: venerdì 15-19, sabato 9-13 e 14,30-18,30.

Sono previsti seminari intensivi su “Disturbi Specifici di Apprendimento” (CLIDD Base), Sindrome autistica, “Professionisti in asilo-nido – rete PAN”.

POSSIBILITÀ RECUPERO MODULI.

4. COSTI

Iscrizione - € 400, I° anno - € 1.400, II° anno – € 1.400.

POSSIBILITÀ DI RATEIZZAZIONE

Il corso rientra nel Bonus MIUR per i docenti

5. ISCRIZIONE

Domanda: Inviare la domanda d’iscrizione alla Sede amministrativa del CENTRO STUDI ITARD, Via I° maggio, 9 - 60037 Monte San Vito (AN), allegando: ricevuta del versamento di € 400.

Quote:

I° anno: € 1800 (€ 400 all’iscrizione, prima rata € 700 inizio Master, seconda rata € 700 al 1 Gennaio 2018)

II° anno: euro 1400 (€ 700 inizio II° anno (Aprile 2018) e € 700 Novembre 2019).

I versamenti, con causale Nome e Cognome + VI Master Pedagogia Clinica 2017-2019 – Palermo, possono essere effettuati su:

- C.C.Postale n. 4655705 intestato a Centro Studi Itard - Via IV novembre,33 - 60037 Monte San Vito (AN).

- IBAN - IT59K 07601 02600 000 00 4655705.

È possibile:

  1. 1. BONUS DOCENTI MIUR
  2. 2. Rateizzare l’importo con Bonifico mensile (dalla propria banca)

6. PROGRAMMA DEL CORSO

Le date dei moduli possono essere soggette a modifiche.

VI MASTER PALERMO

I Anno

Modulo 1

Epistemologia della pedagogia clinica - 10 e 11 novembre 2017

Prof. Piero Crispiani - Università di Macerata – Pedagogista clinico (12 ore)

a. Epistemologia della pedagogia clinica: scienza e professioni, le scienze cliniche, la pedagogia clinica, la clinica della formazione, il dominio di lavoro, linee epistemologiche.

b. Epistemologia delle professioni: il professionista, il pedagogista clinico, le relazioni transdisciplinari/transprofessionali, le sinergie, strategie e protocolli professionali, ruoli e funzioni del pedagogista clinico.

c. Pedagogia clinica: tratti della pedagogia clinica, la clinica e il clinico, personalità, struttura e sviluppo; conoscere la personalità: funzioni, aree e dimensioni; educazione clinica, trattamenti, approcci e strategie. Costruire diagnosi, relazioni, consulenze, perizie.

Modulo 2

Colloquio clinico – 24 e 25 novembre 2017

Prof. Piero Crispiani - Università di Macerata – Pedagogista clinico (12 ore)

Funzioni e sintassi della comunicazione. Il colloquio clinico in pedagogia: forme, scopi, modalitò. La clinica e il colloquio in funzione diagnostica ed educativa. Colloquio ed aspetti linguistici: semantici, pragmatici, sintattici. La conduzione del colloquio. Le barriere della comunicazione. Educate il colloquio, utilizzo del colloquio.

Modulo 3

Neuropsichiatria Infantile – 15 e 16 dicembre 2017

Prof.ssa Giuseppa Compagno – Università di Palermo - (4 ore)

Introduzione alle neuroscienze, neurolinguistica e bilinguismo. Attività teatrale e sviluppo neuropsicologico.

Dott. Emanuele Trapolino – Neuropsichiatra – Palermo (8 ore)

Principali patologie neurologiche e psichiatriche in età evolutiva. I disturbi dell’autoregolazione: Interventi e trattamenti abilitativi.

Moduli 4-7 e 9[4]- AUTISMO - L’APPROCCIO COGNITIVO E IL TRAINING PRASSICO-MOTORIO

Neuropsichiatria dell’autismo. Autismo e DSM. Il quadro sindromico. Disturbo cognitivo-qualitativo delle funzioni esecutive. L’approccio psico-educativo di Theo Peeters. Il “pensiero autistico” e il bambino “specialmente speciale”. Le “diadi funzionali”: percezione, linguaggio, pensiero, socialità, condotte ludiche, adattamento. Valutazione funzionale - Trattamento abilitativo - Didattica speciale - Presa in carico - Organizzazione degli ambienti - Processi di adattamento - Consulenza alle famiglie - Il Cognitive Motor Training - La Presa in carico, il progetto educativo, la gestione del caso. L’adattamento: il Processo A.M.A. (Adaptive Mental Autism) - La predisposizione del programma educativo, l’organizzazione degli ambienti familiari e scolastici, il fascicolo delle emergenze, visione di materiali. Case work

Modulo 4 - Autismo 1 – 12 e 13 gennaio 2018

Prof. Piero Crispiani (12 ore)

Modulo 5 - Autismo 2 – 19 e 20 gennaio 2018

Prof. Piero Crispiani (12 ore)

Modulo 6 - Autismo 3 – 2 e 3 febbraio 2018

Dott. Emanuele Trapolino – Neuropsichiatra – Palermo (8 ore)

Lo Spettro autistico nei manuali diagnostici e nella pratica clinica. Diagnosi e valutazione funzionale.

Prof.ssa Giuseppa Compagno – Università di Palermo - (4 ore)

Problemi di neurosensorialità e neuromotricità.

Modulo 7 Autismo 4 – 16 e 17 febbraio 2018

Terapisti Itard (12 ore)

Modulo 8 La gestione della casa-famiglia e delle Comunità sociali2 e 3 marzo 2018

Casa famiglia: costituzione: riferimenti legislativi e adempimenti; modalità di inserimento e dimissione; progetto educativo; valenza terapeutica e rapporti con i DSM; relazioni con i servizi sociali territoriali, tribunale minorile, ordinario, penale e procura della repubblica; il ruolo del pedagogista clinico e del pedagogista giuridico all'interno delle comunità.

Affidamento familiare: riferimenti legislativi; affidamento e adozione a confronto; il minore; la famiglia di origine; la famiglia affidataria; il ruolo dei servizi: tribunale minorile, servizi sociali territoriali, comunità di accoglienza nell'accompagnamento dei minori all'affido familiare; fallimento dell'affido e prospettive future; il ruolo del pedagogista nel percorso di affidamento familiare

Moduli 9-13[5]- CLIDD - Clinica della Dislessia e Disprassia

PROGRAMMA : La Condizione Dislessica: definizioni, epidemiologia e caratteri generali. Il Sistema CO.CLI.T.E. Il quadro sindromico: deficit e disordine, dislessia, disgrafia, discalculia, le Mappe Semiotiche, il Sistema Criteriale VES. Logopatie e Glotto-kit. Fare la diagnosi e la valutazione funzionale, la Relazione Pedagogica, la restituzione. Come si legge-scrive: fisiologia della lettura e scrittura, velocità e fluidità. Linee eziologiche. La Dislateralità. La disprassia. La struttura della successione, sequenzialità e disprassia dello sviluppo. La condizione disprassica adulta. Il “Metodo Crispiani”. Il Progetto educativo e il Trattamento abilitativo: il Polo SAF, la triade strategica, l’approccio, la strategia ecologico-dinamica, le buone prassi. Il Cognitive Motor Training, l’Activity Gym, il Video Motor training. Le Azioni, i materiali, simulazioni di diagnosi e trattamenti, indicazioni per scuola e famiglia, Kit professionale. Presentazione delle azioni. Il lavoro estivo e l’avvio alla classe successiva. Il materiale per gli screenings scolastici. Le avvertenze scolastiche: organizzative e didattiche. Il Metodo di studio.

Modulo 9 - Autismo 5/ CLIDD 1 – 16 e 17 marzo 2018

Prof. Bussa Vincenzo e Prof. Nobile Filippo (12 ore)

La disprassia come condizione umana: natura e manifestazioni. Le Mappe Semiotiche. Le correlazioni con Spazio, Tempo, Velocità, Incipit. Le connessioni con sindromi e patologie. Disprassia e Disordini della letto-scrittura. La prevenzione e d il Trattamento Abilitativo

Modulo 10 - CLIDD 2 - 23 e 24 marzo 2018

Prof. Piero Crispiani - Università di Macerata – Pedagogista Clinico (12 ore)

II Anno

Modulo 11 - CLIDD 3 - 6 e 7 aprile 2018

Prof. Piero Crispiani e Terapisti Itard (12 ore)

Modulo 12 - CLIDD 4 - 20 e 21 aprile 2018

Dott.ssa Chiara Raimondi – Pedagogista clinica e dott. In Psicologia clinica – Terapista Itard

Dott.ssa Maria Albanese – Pedagogista clinica, Terapista Itard

Modulo 13 - CLIDD 5 - 4 e 5 maggio 2018

Prof. Piero Crispiani e Terapisti Itard (12 ore)

Modulo 14 - La narrazione come cura, la biografia e l’autobiografia – 18 e 19 maggio 2018

Prof.ssa Caterina Benelli - Università di Messina (8 ore)

La narrazione come prevenzione e come cura. Significati ed esperienze. Pratiche pedagogiche di biografia ed autobiografia.

Dott. Vincenzo Bussa - Pedagogista clinico, Terapista Itard

Esercitazioni

Modulo 15 - Neurologia clinica - 8 e 9 giugno 2018

Dott.ssa Elena Vanadia - Neurologa – Palermo - (8 ore)

Clinica neurobiologica: funzionamento del sistema nervoso, significato di eziologia, patogenesi, rapporto sistema nervoso/apprendimento, indicatori di alterazioni comportamentali, esami strumentali, disturbi dello sviluppo; manuali diagnostici: consultazione e uso; neurolinguistica.

Dott.ssa la Greca M. Concetta - Pedagogista clinica, Terapista Itard

Casi clinici: valutazione, progetto abilitativo, criticità.

Moduli 16-19[6] - PAN - PROGETTAZIONE E GESTIONE EDUCATIVA

NEI SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA

Modulo 16 - Nido 1 - Pedagogia del Nido e del bambino 0-3 – 12 e 13 ottobre 2018

Prof. Elena Mignosi - Università di Palermo, Consulente Pedagogico Area Educativa Comune di Palermo.

La funzione della relazione educativa nello sviluppo del bambino da 0 a 3 anni. Modalità comunicative e di conduzione delle attività. La dimensione di gruppo di lavoro nei nidi d’infanzia. La valutazione formativa.

Modulo 17 - Nido 2 - Pedagogia del Nido e del bambino 0-3 - 26 e 27 ottobre 2018

Dott.sse Concetta Monachello, Beatrice Saladino, Giuseppa Messina – Educatrici di nido.

La progettazione all’interno dei servizi per la prima infanzia, possibili attività in relazione alle diverse età, esemplificazioni operative.

Modulo 18 - Nido 3 Pedagogia del Nido e del bambino 0-3 – 9 e 10 novembre 2018

Dott.ssa Santa Catania – Assistente sociale coordinatore (4 ore).

La nuova Legge regionale sui servizi per l’infanzia: tipologie di servizi, caratteristiche, finalità,

Dott. Tiziana Fornaciari – Psicologa – Coordinatore educativo nei servizi per l’infanzia (8 ore).

Il coordinamento pedagogico e le sue funzioni, la dimensione organizzativa, il progetto educativo al nido.

Modulo 19 - Nido 4 - Pedagogia del Nido e del bambino 14 e 15 dicembre 2018

Prof. Piero Crispiani - Università di Macerata – Pedagogista clinico (12 ore)

Lo sviluppo multidimensionale del bambino, valutazione, prevenzione e profilassi pedagogica. Il servizio di profilassi pedagogica 0-3.

Modulo 20 - Diagnostica pedagogica - gennaio 2019

Prof. Piero Crispiani - Università di Macerata – Pedagogista clinico (12 ore)

Diagnosi e diagnosi funzionale, diagnostica pedagogica e psicologica, manuali diagnostici (ICD. 10, DSM-V), sistemi di classificazione ICF, tipologie diagnostiche. Strumenti e principi: osservazione clinica, colloquio clinico, esami funzionali, scale di livello/ordinali, tests, biografia e storia del caso, Tavole di Sviluppo, il Profilo cognitivo, il Profilo Dinamico Funzionale. Il Profilo di sviluppo. Restituzione e colloquio di restituzione. La cartella pedagogica.

La modalità di recupero di eventuali assenze relative ai moduli CLIDD, AUTISMO e PAN consisterà nell’articolazione di un progetto o di una relazione i cui temi verranno definiti di volta in volta. Il lavoro da svolgere dipenderà dal monte ore di assenze che non dovrà, comunque, superare le 10 ore pena il non conseguimento dell’attestato.

7. STILI FORMATIVI E DIDATTICI

  1. Lezioni frontali.
  2. Laboratori e/o seminari.
  3. Stage.
  4. Formazione sul campo.
  5. Colloqui di orientamento alla professione.
  6. Supervisione di un tutor per ciascun corsista.
  7. Autovalutazione, autobiografia, apertura del Libretto delle Competenze.

FORMAZIONE SUL CAMPO

PRIMO ANNO: 50h di contestualizzazione e osservazione mirata: relazione scritta tramite

  1. una scheda osservativa delle diverse tipologie di:
    1. ambiente
    2. casi trattati
    3. professionalità coinvolte (specialisti, educatori, riabilitatori, assistenti sociali…)
    4. forme di osservazione (colloquio clinico, testistica, osservazione sul campo)
    5. diagnosi (declaratoria, funzionale, educativa)
    6. trattamenti.
    7. L’esposizione della somministrazione di almeno un test tra quelli studiati in formazione e/o un test in uso nella sede di formazione sul campo, secondo i seguenti descrittori:

a. destinatario

b.funzione testata

c. modalità e tempi di applicazione

  1. criteri di valutazione

e. difficoltà di applicazione incontrate

f. eventuali osservazioni personali.

  1. Il piano personale di intervento professionale del corsista con l’indicazione della tipologia di casi sulla quale intende proseguire la propria formazione sul campo.

SECONDO ANNO: 50h di esercitazioni guidate: relazione scritta tramite:

  1. a. presentazione del/i caso/i clinico/i seguito/i.

b. presentazione e commento della documentazione diagnostica esistente e personalmente

applicata (diagnosi declaratoria, funzionale, profili, esami funzionali, test, scale di livello, ecc.).

  1. c. presentazione e commento del progetto educativo o piano di riabilitazione realizzato.
  2. presentazione e commento del trattamento applicato
  3. e. difficoltà incontrate
  4. f. considerazioni personali.

g. Allegati

8. CONDIZIONI PER L’AMMISSIONE AL SECONDO ANNO

  1. rispetto dell’obbligo di frequenza per almeno l’80% delle ore previste;
  2. compilazione e consegna puntuale delle relazioni previste;
  3. ottemperanza alle valutazioni intermedie;
  4. rispetto ed adempimento delle condizioni di segreteria;

VALUTAZIONI

Ciascun docente dispone il proprio sistema di valutazione, attraverso prove o rilevazioni intermedie, convenuto con la direzione del Master. L’attribuzione dei crediti previsti nel piano curricolare, corrisponde al positivo superamento delle prove o rilevazioni intermedie.

La valutazione delle tesi finali, fino ad un massimo di punti 10 con eventuale lode, tiene conto delle valutazioni intermedie.

9. CONDIZIONI PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA

  1. Possesso del diploma di laurea (vecchio o nuovo ordinamento).
  2. Rispetto dell’obbligo di frequenza per almeno l’80% delle ore previste.
  3. Superamento delle prove intermedie o parziali.
  4. Compilazione e consegna puntuale delle relazioni previste.
  5. Presentazione dell’Autobiografia formativa.
  6. Presentazione della tesi almeno 30 gg. prima della discussione.
  7. Discussione relazione sulla formazione sul campo.
  8. Discussione individuale della tesi finale.

10. TESI

  1. La Tesi, di almeno 60 pagine, deve comporsi almeno delle seguenti parti:

a- Frontespizio completo.

b- Sommario.

c- Presentazione.

d- Argomentazione tematica.

e- Funzioni del Pedagogista.

f- Strategie e strumenti.

g- Considerazioni conclusive.

h- Bibliografia.

i- Valutazione personale del servizio/tirocinio prestato.

j- Bilancio delle competenze personali.

k- Documentazione.

l- Curriculum personale.

La relazione è seguita e presentata da un relatore tra i docenti formatori del master.

  1. Tipologie di tesi, anche integrabili:
  1. sperimentale (su teoria/ metodo/tecnica/strumenti propri del pedagogista)
  2. compilativa (su teoria/ metodo/tecnica strumenti propri del pedagogista))
  3. esperienziale sul territorio

La tesi va rilegata unitamente al frontespizio messo a disposizione dalla direzione del Master.

  1. La votazione di uscita è espressa con punteggio 100/100, con corrispondenza al sistema dei crediti e con possibile conferimento di lode (la votazione minima per l’accesso al diploma finale è 70/100). Il Diploma finale è di Specializzazione in Pedagogia Clinica, a firma del Direttore del corso, del docente relatore e del rappresentante dell’UNIPED.

La Presidente

Dott.ssa Raffaela Maggi

Domanda_iscrizione_Centro_Studi_Itard_2017 Domanda_iscrizione_VI_Master_Clinica_Palermo_2017-2019


[1] Di fronte fermata metropolitana Orleans – Università.

[2] Il Centro Studi Itard è accreditato dal MIUR e consente l’assenza dal servizio per gli insegnanti.

[3] Tutti i Registri INDEX-IPR sono nel sito www.istitutoitard.it.

[4] La frequenza obbligatoria ed il superamento dei Moduli AUTISMO dà diritto all'iscrizione al Registro professionale degli specialisti del CID (Centro Internazionale Dislessia) diretto dal Prof. Piero Crispiani presso l’INDEX IPR – Private System International Professional Registers www.istitutoitard.it

[5] La frequenza obbligatoria ed il superamento dei Moduli relativi a Dislessia e Disprassia (CLIDD) dà diritto all'iscrizione al Registro professionale degli specialisti del CID (Centro Internazionale Dislessia e Disprassia) diretto dal Prof. Piero Crispiani presso l’INDEX IPR – Private System International Professional Registers www.istitutoitard.it

[6] La frequenza obbligatoria ed il superamento dei Moduli 16-19 relativi al corso PAN dà diritto all'iscrizione al Registro professionale degli specialisti presso l’INDEX IPR – Private System International Professional Registers www.istitutoitard.t.