ISTITUTO ITARD  –  Ricerca, Formazione, Certificazione, Consulenza, Servizi, Pubblicazioni

CENTRO STUDI ITARD-Ente formatore accreditato MIUR, membro British Dyslexia Association

Partner di

ACCADEMIA 56 –  Teatro  Terra  di  Nessuno

DIFFERENT THEATRE – Brighton (UK)

BAERBEL KANDZIORA – Advanced Theatre Trainer – Germany

COMIS – Cognitive Motor International Society

PSICOPEDAGOGIE.IT  –  Istituto di formazione  – Milano

Scuola di Alta specializzazione di  Pedagogia  e  Psicologia  giuridiche – Ancona – Milano

ANIP – Associazione Nazionale Istituti di Pedagogia

I  MASTER  ITARD

L’Istituto Itard  promuove azioni  specialistiche  per

FORMAZIONE

ORIENTAMENTO  PROFESSIONALE

VALUTAZIONE  DELLE  COMPETENZE

ATTIVAZIONI  DI  RETI  PROFESSIONALI

 

DOMINI  SPECIALISTICI

  • PEDAGOGIA CLINICA
  • PEDAGOGIA SCOLASTICA
  • DISTURBI DI  APPRENDIMENTO  E  DELLO  SVILUPPO
  • RIABILITAZIONE – ABILITAZIONE SPECIALI
  • GESTIONE DELLA  FORMAZIONE  PROFESSIONALE
  • GESTIONE DELLE  RISORSE  UMANE
  • GESTIONE DI  SERVIZI  ALLA  PERSONA
  • COORDINAMENTO ASILI-NIDO
  • PEDAGOGIA GIURIDICA
  • PSICOLOGIA GIURIDICA
  • PEDAGOGIA E PSICOLOGIA GERIATRICHE
  • MOTRICITA’ E  SPORT
  • TEATRALITA’

CONTATTI

Segreteria  071-7489096    338-8254351

segreteriaitard@gmail.com,  www.istitutoitard.it,  www.centrostudiitard.it

Centro      Studi    Itard

  Accademia 56  –  Teatro  Terra  di  Nessuno

Teatro  Elliot

 

I°  MASTER  ANNUALE  di  FORMAZIONE  TEATRALE

FARE  TEATRO

La  formazione  teatrale  per  Animatori, Cultori, Docenti, Educatori, Terapisti  

 

Chiaravalle/ANCONA   –   A.A. 2018 – 2019

 

Aula  didattica  Centro ITARD

Via Martiri della libertà,8  –  Chiaravalle  (ANCONA)

DIRETTORE  ARTISTICO

Fabio Ambrosini

DIRETTORE  SCIENTIFICO

Prof.  Piero  Crispiani 

INIZIO   novembre   2018 

CONCLUSIONE     maggio 2019

 

COPERTURA  BONUS  MIUR

 

INFO:

Coordinatore del Master: Segreteria Itard   338-8254351

MAIL  segreteriaitard@gmail.com

Siti web: www.centrostudiitard.it www.centroitalianodislessia.it    www.istitutoitard.it

 

Il Master è organizzato dall’Istituto di Formazione in Pedagogia Clinica “Istituto Itard” in collaborazione con il “Centro Studi Itard” che ha sede a Monte San Vito  (ANCONA).

 

GLI  EVENTI

Il debutto

I Seminari formativi

I laboratori

Le buone letture

L’autoprofilo

La visione corale di drammaturgie

Costruzione corale di un testo teatrale

Verso la “Messa in scena”

La “Messa in scena”

La Carta Artistica Personale (Profilo Formativo Teatrale)

Pubblicazione a stampa del testo prodotto con presentazione dei protagonisti.

 

Il Master consente:

  • Partecipazione alla messa in scena finale.
  • Partecipazione all’eventuale pubblicazione del Testo.
  • Conseguimento di un Attestato di specializzazione in Formazione Teatrale.
  • Iscrizione alla Agorà Itard – Registro dei Formatori Teatrali Itard

 

Il Master e gli Attestati sono di rango privato.

 

  1. STRUTTURA DEL MASTER

– n. 10 moduli                                                     104

– Messa in scena                                                   36

– accesso propedeutico ai materiali                  30

– formazione individuale                                   480

– lettura di testi                                                     200

– l’autoprofilo                                                           20

– Perfomance finale “Messa in scena”                 30

– Preparazione alla “Messa in scena”                 370

– visione di video e commento individuale        200

– la Carta Artistica Personale                                  30

 

TOT. 1.500 ore

 

  1. SEDE

Aula didattica Centro Itard, via  Martiri della libertà,8  (fronte Stazione FS)  – Chiaravalle  (ANCONA)

 

  1. ORARI

Sabato                 9 – 13   e   15 – 19

Domenica           9 – 13

 

  1. COSTI

Iscrizione –  Euro   500,

I^ rata         Euro  500   gennaio

II^ rata       Euro  500 marzo

III^ rata      Euro  300 maggio

 

  1. ISCRIZIONE

Domanda: Inviare le domande d’iscrizione alla Sede amministrativa del CENTRO  STUDI  ITARD, Via I° maggio, 9 – 60037  Monte San Vito (AN), allegando: ricevuta del versamento di  € 500.

I versamenti, con  causale  Master Teatro – C.valle, possono essere effettuati su:

  • C.Postale n. 4655705 intestato a Centro Studi Itard- Via IV novembre,33 – 60037 Monte San Vito (AN)

Oppure

  • Bonifico su IBAN  –  IT59K 07601 02600 000 00 4655705

Oppure

Parziale pagamento con Bonus MIUR per i Docenti[1]

Dopo il pagamento dell’iscrizione è ammesso il Bonifico periodico.

Copertura  BONUS  MIUR

 

  1. SISTEMAZIONI ALBERGHIERE – Chiamare a nome del Centro Studi Itard
  1. Agriturist “Gli ulivi del monte” – Monte S. Vito, via Moruco, 2 071-7489165
  2. Agriturist “Le terre di Maluk” – Monte San Vito, via Piana di Cardinale 37, tel. 071-7451561
  3. Agriturist “Piccolo Eden” – v. Marche, 50  Monsano   800-915221.
  4. Hotel 2000 – v. Veneto 1, Monsano 0731-605565.
  5. Hotel Touring – Falconara M.ma 071-9160005.
  6. Albergo ristorante Luminari Chiaravalle    071-949315.
  7. “La locomotiva” affittacamere – Chiaravalle 335-6111403  (Ristorante convenzionato).
  8. B&B via del Campo – Monte San Vito info@viadelcampo.info

 

  1. COME SI ARRIVA ALLA SEDE
  1. Da autostrada A. 14 (Bologna-Taranto) – uscita Ancona Nord.
  2. In treno, da Roma (linea Roma-Ancona scendere a Chiaravalle o Falconara M.) – Da Bologna o Bari (linea Bologna-Bari scendere a Falconara M. o Ancona o Chiaravalle).
  3. In auto, da Roma – Foligno – Fabriano – Jesi.
  4. In aereo – aeroporto Ancona –Falconara (a 3 km).

Da  Falconara è assicurato il passaggio a Chiaravalle dall’organizzazione, previ accordi.

 

  1. PROGRAMMA DEL CORSO

Le date dei moduli possono essere soggette a modifiche.

IL  PROGRAMMA

Ciascun modulo si compone di:

  1. Seminario di Cultura teatrale (letteratura, linguistica, storia del teatro, stilistica, antropologia, semiologia) e di Cultura formativa (pedagogia, psicologia, scienze terapiche, scienze motorie, scienze del linguaggio, scienze della disabilità) (4 ore).
  2. Laboratori (8 ore).

MODULI

MODULO 1 –   10  e  11  novembre  –  12  ore

La formazione teatrale.  Con Piero Crispiani e Silvia Crispiani

  1. La formazione e il teatro, le forme teatrali.
  2. La teatralità umana.

MODULO 2 – 24 novembre  –  8  ore 

La diversità e l’esperienza teatrale 1.  Con  Fabio Ambrosini

Il teatro nelle sue varie declinazioni. Una carrellata sulle varie possibilità con particolare attenzione alle sue applicazioni pratiche nel mondo del sociale . Si analizzerà sia la capacità espressiva dell’esperienza teatrale nel senso di scoprire e comunicare un messaggio, sia come capacità terapeutica dell’esperienza stessa.

 

MODULI 3  e  4 –  1  e  2  dicembre  –  12 ore

L’attorialità.  Con Ylenia Pace

Il significato di essere attori, i suoi strumenti :corpo voce ed emozioni. Introduzione al percorso sia dal punto di vista filosofico che pratico nelle sue sfaccettature per avere una visione di insieme del lavoro che verrà svolto.

Il corpo in scena.  Con  Ylenia Pace

         Studio sullo strumento principe dell’arte dell’attore: il corpo. Prendere coscienza delle potenzialità del corpo sia come percezione personale, che come strumento di comunicazione. Ovvero come la nostra presenza fisica nello spazio modifica la percezione di chi ci osserva.

 

MODULO 5 –    15  e  16  dicembre  –  12 ore

Le emozioni in scena. Con Fabio Ambrosini

Approfondimento sulla relazione corpo-emozione; sul riconoscimento delle emozioni e sulla capacità di riviverle nel corpo per renderle uno strumento di interazione con la realtà e con il palco.

 

MODULO 6 –   12  e  13  gennaio  –  12  ore

L’improvvisazione in scena.  Con  Fabio Ambrosini e Gianluca Budini

Dalla spontaneità alla creatività. L’uso del pensiero laterale al servizio della logica e della relazione umana tramite la creatività e la capacità di ascolto e reazione ad uno stimolo inaspettato.

 

MODULO 7  –  26 e 27 gennaio  –  12  ore

La voce e la parola in scena.  Con Laura De Carlo

Studio dei della fisiologia, dei risuonatori e dell’uso corretto della voce. Approccio alla dizione corretta in italiano. l’uso della voce ai fini della rappresentazione.

 

MODULO 8 –  9 e 10  febbraio  –  12 ore

La scrittura creativa. La costruzione del testo.  Con  Luca Tazzari

Dall’idea al testo. La capacità di tradurre in parole e dialoghi creando un testo teatrale con scene, azioni e dinamiche emozionali. Leggere, analizzare e interpretare testi  già scritti per capire e adottare uno stile, o crearne uno proprio.

 

MODULO 9 – 23  e  24  febbraio  –  12 ore

La regia e i registi. Con Andrea Fazini

La composizione di un opera: dalla poetica personale alla pragmatica di una messa in scena. L’opera registica come una serie di scelte che vanno rivedute e corrette sino alla composizione finale in un processo di trasformazione che non  si opera solo sulla rappresentazione, ma che coinvolge sia il regista che gli attori.

 

MODULO 10 –  9  e  10  marzo  –  12  ore

La diversità e l’esperienza teatrale 2.  Con Fabio Ambrosini

 

MODULO SIPARIO  –  13 e 14  aprile,   27 e 28 aprile,  4 e 5 maggio

Messa in scena   (36 ore).  Con  Gianluca Budini

La pratica teatrale per riuscire a comprendere e affinare la propria capacità dell’uso del teatro come strumento. Il singolo ed il gruppo arriveranno ad implementare quanto appreso nei singoli moduli con l’aiuto del regista. Si arriverà ad una produzione finale che verrà mostrata ad un pubblico esterno al corso per dare ai partecipanti una esperienza diretta di tutto il percorso creativo e lavorativo che sottende una produzione teatrale.

 

La Presidente

Dott.ssa Raffaela Maggi

[1] I Docenti titolari di Bonus MIUR possono versare direttamente la quota di 400 + 100.

 

CURRICULUM DOCENTI

FABIO AMBROSINI

Laureato in Fisica presso l’Università di Bologna, in Pedagogia presso l’Università di Malta, ha seguito diverse scuole di formazione artistica, dalla danza al teatro sociale in ambito nazionale ed internazionale.
Al momento collabora con continuità come formatore, regista, attore, comicoterapeuta con Teatro Terra di Nessuno (Ancona), On The Fly Theatre (Rimini), Teatro Rebis (Macerata) e la Federazione Nazionale Clowndottori, nonché in diversi progetti internazionali su Trance Masks e Commedia Dell’Arte.
Specializzato nell’insegnamento di Improvvisazione, Trance Mask, Contact Dance, Teatro Sociale, Clown e Comicoterapia; al momento dirige la creazione dello spettacolo ‘Sounds’ long form di improvvisazione ispirato alla tecnica ‘Impropainting’. Dal 2015 è certificato dal MIUR come docente di Improvvisazione teatrale SNIT. Dalla sua fondazione nel 2016, è docente di improvvisazione del Corso di avviamento alla professione di attore di teatro e cinema di Accademia 56.

 

GIANLUCA BUDINI

E’ un attore, regista e formatore, si avvicina al teatro nel 1998 specializzandosi nel movimento scenico, nell’uso del corpo e nell’improvvisazione teatrale. Dal 2010 al 2012 è allievo di Nicolaj Karpov (biomeccanica teatrale) segue inoltre nomerosi stage sullo studio del personaggio e sull’improvvisazione. Fonda nel 2003, ad Ancona, l‘associazione culturale TEATRO TERRA DI NESSUNO, diventandone direttore artistico nel 2008, anno in cui apre il teatro off IL SOPPALCO. Ha continuato a sviluppare la sua formazione artistica con numerosi insegnanti di fama internazionale: Javier Cura (teatro fisico, contact improvisation), Daniele Marcori – Patti Stiles (improvvisazione teatrale), Mario Barzaghi (ritmo e corpo, Kathakali), Barbel Kardizova (mimo e commedia dell’arte). Ad oggi ha all’attivo numerosi spettacoli teatrali sia su testo che d’improvvisazione teatrale. Dal 2006 è insegnante d’improvvisazione teatrale per l’associazione professionale IMPROTEATRO nelle sedi di Ancona, Rimini, Lecce, dal 2015 è docente riconoscito dal MISE (Docente certificato SNIT n. A010 – CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE COME DOCENTE DI IMPROVVISAZIONE TEATRALE SNIT IN RIFERIMENTO ALLA LEGGE DEL 14 GENNAIO 2013, n. 4. Disposizioni in materia di professioni non organizzate. (13G00021) – (GU Serie Generale n. 22 del 26-1-2013). Percorso validato da Espéro s.r.l. – Università del Salento. Accordo Quadro di Collaborazione (prot. N° 543 – III/13 del 12/03/2013) stipulato con il Dip. Storia, Società e Studi sull’Uomo Università del Salento). Nel 2008 è tra i fondatori della compagnia “QFC” compagnia transregionale d’improvvisazione teatrale con sede a Roma. Dal 2014 organizza la stagione di prosa per il Comune di Loreto e il Festival di microteatro 360 Gradi, nello stesso anno apre l’Accademia 56 ad Ancona dove oltre alla scuola d’improvvisazione insegna nella scuola biennale di avviamento alla professione di attore di teatro e cinema. È formatore per la coperativa Il Baule dei Sogni (clown dottori) e per le imprese come actor coach.

 

LAURA DE CARLO

Laura De Carlo ottiene la laurea magistrale con lode in Pedagogia e Scienze Umane presso la Facoltà di Scienze della Formazione di Macerata. Si forma come attrice, doppiatrice e regista presso il Teatro Stabile delle Marche, l’Accademia 96 e l’Accademia Nazionale di Cinema di Bologna e si specializza in teatro educativo grazie al Corso IFTS come Tecnico Superiore di Teatro Educativo e Sociale co-organizzato da Teatro Stabile delle Marche, Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”, Accademia di Belle Arti di Macerata, Associazione Teatro Giovani di Serra San Quirico, ITIS “Volterra” di Ancona, avendo la possibilità di incontrare maestri come: Armando Punzo, Antonio Viganò, Salvatore Cardone, Maricla Boggio, Rodolfo Bianchi, Massimo Giuliani, Susanna Iavicoli, Marina Pitta, Gianfranco Rimondi, Paola Galassi, Michele Modesto Casarin, Betty Parisini, Luigi Moretti. Lavora regolarmente come Operatore di Teatro-Educazione in scuole di ogni ordine e grado, coltivando in particolare una grande passione per il teatro classico antico. Per il “Centro teatrale Rinaldini” e l’Istituto “Corridoni-Campana” di Osimo cura oltre quindici messe in scena da testi classici, con cui partecipa a numerose edizioni del Festival Internazionale del Teatro Classico dei Giovani dell’INDA di Siracusa. A partire dal 2006, tiene come docente: corsi di fonetica e dizione, corsi di tecniche vocali per insegnanti, laboratori di lettura espressiva e laboratori di teatro classico antico per adulti, curandone i relativi saggi. Dal 2005, per l’associazione culturale Ubiqua, cura la regia dei seguenti spettacoli: “In due” in coproduzione con la Compagnia Vicolo Corto; “Una zolletta di Jazz” in collaborazione con il quartetto Four Steps, “Signore in nero”, con cui partecipa alla X Edizione di Sipario Aperto nell’ambito del Premio Enriquez 2009, “¡Viva las Mariposas!” e “SintetiCassandra”. Dal 2013 collabora con lo studio di registrazione Petrucci Studio in qualità di speaker e direttrice speaker, realizzando lavori per clienti del calibro dell’editore Capitello, Clementoni spa, Sistemi Museali, Comuni e tanti altri. Nel 2015 è tra i fondatori di Accademia56 e dal 2017 si occupa in maniera continuativa della segreteria didattica della Scuola biennale di avviamento alla professione di attore di teatro e cinema. Nel 2016, per Teatro Elliot e Mastri Sonori, scrive e presta la voce alla performance sensoriale “Le giornate sono tutte uguali da quando sei partito”, di cui Raffaele Petrucci cura musiche e sound design. Nell’anno accademico 2017/18 è docente di dizione e lettura e di storia del teatro antico per gli alunni del I anno della Scuola biennale di Accademia56.

 

LUCA TAZZARI

Luca Tazzari si diploma nel 2016 alla “Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi” di Milano nel corso “Autore Teatrale” dove ha modo di studiare ed elaborare testi originali assieme a personalità quali: Renato Gabrielli, Renata M.Molinari, Franco Brambilla, Giovanni Covini, Tatiana Olear, Davide Carnevali, Lucia Calamaro. Nel corso dei tre anni accademici sviluppa una predilezione per il teatro post-drammatico e i canoni non-aristotelici della scrittura teatrale da cui nascono diversi lavori uno dei quali “Oggi gli immigrati, domani gli spalatori di neve” viene messo in scena all’interno degli spazi della Paolo Grassi nell’ambito del progetto europeo “Terre Promesse: Bussole Rotte”. Sempre all’interno del progetto “Terre Promesse” segue le lezioni sulla performance assieme ai ragazzi dell’accademia di belle arti di Scutari, Albania, tenute da Adrian Paci e nella città esegue tre performance, come esito del progetto. Dopo l’accademia segue un percorso eclettico: studia la decorazione della maiolica presso la bottega “Ceramiche Artistiche” di Irina Glushkova e poi autonomamente le varie lavorazioni della ceramica nel medioevo, nel neolitico e nelle culture precolombiane e africane; gira il cortometraggio “San Giorgio e il Drago” scritto dallo stesso e interpretato assieme a un cast di attori professionisti e non; esegue le illustrazioni per la lettura scenica di “Minotauropatia: ritratto di famiglia” di Valeria Patota, avvenuta a Madrid. Tuttora lavora alla scrittura di uno spettacolo sulla musica blues assieme al musicista e scenografo Federico Maugeri. Dall’anno accademico 2018/19 è docente di drammaturgia e storia del teatro presso Accademia56 di Ancona.

 

YLENIA PACE

Attrice, regista e pedagoga.

Si è diplomata nel 2009 presso la Scuola dello Stabile delle Marche studiando con insegnanti come Luigi Moretti, Rosetta Martellini, Isabella Carloni, Leonardo Muscato, Simona Lisi, Sonia Antinori.

Ha approfondito il lavoro e lo studio della recitazione frequentando corsi, seminari e stage intensivi in Italia e all’estero con maestri come: Giles Smith, Leo Muscato, Alessandro Sciarroni, Patrizia Marcheselli, Daniele Marcori, Salvatore Motta.

Ha partecipato a diverse produzioni: “Passi Affrettati” regia di Dacia Maraini,  “Nozze” regia di Luigi Moretti, ne “Le Novelle del Decamerone”, “Se in vino veritas…il vino meritas”, “Tramare Tramonti” e nel monologo “Quando gli elefanti combattono” regie di Gianluca Barbadori.

Dal 2008 al 2014 ha lavorato regolarmente con Ponte tra Culture Soc. Coop. come attrice, regista e operatore di Teatro Educazione, partecipando a diversi progetti di teatro sociale con adolescenti, italiani e stranieri, presso enti come il Tribunale dei Minori oppure scuole come il Liceo Scientifico G. Galilei in cui riveste da anni il ruolo di referente dei laboratori di teatro, cinema, scenografia oppure presso l’Itis di Castelfidardo in corsi di videomaking.

Nel 2010 è tra i fondatori di Colibrì Teatro, un’associazione che si occupa soprattutto di laboratori e produzioni con adolescenti, italiani e stranieri, presso Scuole o Enti come il Tribunale dei Minori.
Come regista, inoltre, ha lavorato a circa una ventina di allestimenti tra cui “Euetheia”, “Acqua- Storia d’amore nata prima della Vita”, “Siamo fatti così”, “Condominio56”, “Qualcosa si muove”
Nel 2015 diventa presidente di Teatro Elliot.

Dal 2016, per conto dell’associazione Teatro Elliot, è docente nei corsi di teatro base e avanzato per adulti, corsi di teatro per ragazzi e giovani continuando a seguire corsi di teatro educazione negli istituti superiori di Ancona e provincia.

Dal 2015 è tra i fondatori di Accademia56, centro di formazione arti sceniche e ricopre regolarmente il ruolo di responsabile organizzativa della scuola professionale, di eventi come Teatro a Gettone e di referente nelle relazioni con enti e partner per collaborazioni e progetti.Nel 2017 ha ideato e organizzato per Teatro Elliot, il progetto EducAction, tre giorni di formazione sul teatro e cinema per studenti dei licei di Ancona.Al momento, come attrice, si trova impegnata nel monologo “Stand Art Comedy”, testo e regia di Elisa Pesco e produzione di Teatro Elliot.

 

ANDREA FAZZINI

Andrea Fazzini, nato nel 1974 a Macerata, conseguita la laurea con lode in Storia del Teatro e dello Spettacolo, con una tesi dedicata a Jean Genet, approfondita grazie ad una borsa di studio alla Sorbonne di Parigi, dopo una parentesi romana, rientra a Macerata fondando Ecate Teatro, compagnia con la quale realizza come drammaturgo e regista diversi spettacoli, fin da subito contrassegnati da riscritture sceniche a partire da autori amati: Mnemosyne, dal corpus filosofico di Giordano Bruno, Il Supermaschio, riduzione drammaturgica dell’omonimo romanzo di Alfred Jarry, La nave dei folli, spettacolo di strada ispirato al poema di Sebastian Brandt.

Nel 2003 fonda il Teatro Rebis, con il quale organizza e frequenta laboratori con l’Odin Teatret, Yves Lebreton, Rena Mirecka, Milon Mela, Dos à deux, Yumiko Yoshioka, Mimmo Cuticchio, Leris Colombaioni, Mario Barzaghi, César Brie, Yann Marussich, Danio Manfredini, Mariangela Gualtieri, Chiara Guidi, Claudio Morganti, tra gli altri.

La poetica della compagnia, focalizzata su un linguaggio che guarda alla realtà da un punto di vista figurale, visionario, sbilanciato, si esprime attraverso spettacoli sempre contrassegnati dalla commistione tra ispirazione letteraria e sintesi e rielaborazione drammaturgica e scenica, a partire dal primo spettacolo Buttadeo, riflessione intorno alla leggenda dell’ebreo errante o Lucky e Pozzo, incentrato sui rapporti di dipendenza dei due personaggi beckettiani, fino a di una specie cattiva, poema teatrale ispirato alla vita e alle opere di Sylvia Plath, vincitore nel 2010 del concorso internazionale Fringe2Fringe di Napoli e a io non so cominciare_ requiem per Danilo Dolci.

Le ultime produzioni produzioni, Scarabocchi (Finalista Premio In-Box 2017) e Il Papà di Dio, sono trasposizioni teatrali dei fumetti omonimi degli illustratori maicol&mirco.

Ha allestito come autore e regista più di quaranta opere e rappresentato i suoi spettacoli in Italia e all’estero (Romania, Francia, Svizzera, Germania, Senegal).

Dal 2004 è presidente di FOR.MA.T.I. (Forum Marche Teatri Indipendenti), ed è stato co-direttore del festival  Non ho tempo e serve tempo, dedicato, dal 2006 al 2008, rispettivamente ad Antonio Neiwiller, Demetrio Strato e Danilo Dolci.

Dal 2006 al 2015 ha diretto il Teatro di Villa Potenza (Macerata),

Dal 2011 è membro e dal 2015 fa parte del consiglio direttivo di A.D.A.M (Accademia delle Arti di Macerata).

Dal 2007 fa parte del LGSAS (Libero Gruppo di Studio di Arti Sceniche), diretto da Claudio Morganti.

 

PROF. PIERO CRISPIANI

Professore Ordinario di Didattica generale e Pedagogia speciale presso l’Università di Macerata, già Maestro Elementare, Direttore Didattico, Presidente della Federazione Italiana Pedagogisti (FIPED). Laurea in Pedagogia (Urbino 1974) e in Filosofia (Urbino 1977). Primo costruttore della Pedagogia Clinica, epistemologo, studi e ricerche in materia di personalità e sviluppo, processi cognitivi, sviluppo neuro-psico-motorio, sviluppo del linguaggio. Studioso di Pedagogia speciale con particolare riferimento alle sindromi (ritardo mentale, sindromi neuromotorie, autismo, X-fragile, disordini dello sviluppo). In ambito didattico proviene da analisi dei processi di apprendimento e di insegnamento della lettura, scrittura, matematica, dello sviluppo della oralità e dell’espressione corporea, da cui gli interessi per la varianza individuale ed i disturbi delle Funzioni Esecutive. Direttore scientifico del Centro Internazionale Dislessia e Disprassia dell’Istituto Itard, Presidente del COMIS (Cognitive Motor International Society).

 

SILVIA CRISPIANI

Professoressa di Lettere e di sostegno alla scuola secondaria di secondo grado, insegna “Discipline dello spettacolo” presso il corso di laurea per Educatore Professionale della facoltà di Medicina dell’Università Politecnica delle Marche. Presidente dell’Istituto Itard, Terapista Itard, si occupa di disabilità e disprassia.