Non ho mai sentito parlare del Metodo Crispiani fino a dicembre 2020 quando Minaz Ajani M. Ed. da Learn Studio in India, invia un volantino del corso al mio collega. Ho deciso di iscrivermi al corso perché incuriosita dal concetto e dagli esercizi del Metodo Crispiani.
Abbiamo avuto la fortuna di avere il professor Crispiani in persona a spiegare la teoria. Mi è piaciuta particolarmente la sua spiegazione sui 5 principi (chiamati vettori fisioprassici) degli esercizi. Tra le sessioni teoriche del corso, la Dott.ssa Eleonora Palmieri, ci ha fornito sessioni interattive e strutturate di esercizi che utilizzano il principio dell’attivazione motoria neuro-cognitiva. Gli esercizi erano così dinamici e coinvolgenti!
Come Fisioterapista e Terapista occupazionale che lavora nella neuro riabilitazione, ho familiarità con i  concetto dei  1,2, 3 stadi ed esercizi di avvio imprevedibili, ma non ho mai sperimentato e mi è stato insegnato l’allenamento cognitivo motorio come indicato nel Metodo Crispiani. Mi ha insegnato l’importanza del ritmo, della fluidità e del concetto di “Neuro Storm” in cui l’intervento deve essere erogato ad alta intensità per ottenere l’automatizzazione funzionale. Subito dopo il corso ho iniziato a utilizzare i principi e gli esercizi sia per i bambini con diagnosi di DCD (disturbo della coordinazione dello sviluppo) che per gli adulti dopo l’ictus e ho notato i risultati. Non vedo l’ora di continuare la formazione con il Metodo Crispiani.

Caroline Adriaanse
Fisioterapista senior / terapista occupazionale
Kuching, Malesia