I° MASTER PEDAGOGIA CLINICA - TRIESTE

aggiornato il 20/11/2012 alle 12:39 | categoria: Archivio articoli 2012

 

I   MASTER   ITARD

 

L’Istituto Itard, Scuola di formazione riconosciuta dalla FIPED

Federazione  Italiana  Pedagogisti

promuove azioni  specialistiche  per

 

                   FORMAZIONE

 

             ORIENTAMENTO  PROFESSIONALE

 

             VALUTAZIONE  DELLE  COMPETENZE

 

             ATTIVAZIONI  DI  RETI  PROFESSIONALI

 

In  collaborazione  con:

- Centro  Studi  Itard     -  Ancona   www.centrostudiitard.it

- Psicopedagogie.it -  Milano www.psicopedagogie.it

- INDEX  IPR  - Private  Sistem  International  Professional  Registers

 

 

DOMINI  SPECIALISTICI

 

  • PEDAGOGIA  CLINICA
  • DISTURBI  DI  APPRENDIMENTO
  • RIABILITAZIONE – ABILITAZIONE  SPECIALI
  • GESTIONE  DELLA  FORMAZIONE  PROFESSIONALE
  • GESTIONE  DELLE  RISORSE  UMANE
  • GESTIONE  DI  SERVIZI  ALLA  PERSONA
  • COORDINAMENTO  ASILI-NIDO
  • PEDAGOGIA  GIURIDICA
  • PSICOLOGIA  GIURIDICA

 

CONTATTI

Segreteria  071-7489096    338-825435 segreteriaitard@gmail.com

www.istitutoitard.it              www.centrostudiitard.it

Istituto Itard - Centro    Studi    Itard

                       

MASTER  BIENNALE  di  SPECIALIZZAZIONE  IN

PEDAGOGIA   CLINICA

A.A. 2010 – 2012

 

Aula didattica della Comunità San Martino al Campo

Via Udine n° 19 – 34100 TRIESTE

 

RESPONSABILI   SCIENTIFICI

Prof.  Piero  Crispiani  -  Prof. Lucio Cottini  -  Prof. Agostino Basile

 

INIZIO   7 GENNAIO   2011 -  CONCLUSIONE   NOVEMBRE 2012

 

INFO:

Coordinatore del Master: Dott. Pierluigi Benes – cell: 328-1587816  – pierluigi.benes@gmail.com

Tutor d’aula:                      Dott.ssa Miriam Kornfeind

Presidente C.S. Itard:       Dott.ssa Raffaela Maggi - 338-4765311- raffaela.maggi@libero.it

Siti web:        www.centrostudiitard.it   www.centroitalianodislessia.it   www.istitutoitard.it

 

Destinatari: Laurea in Pedagogia, Scienze dell’Educazione, Scienze della Formazione Primaria o  lauree in ambito pedagogico (o previsione di laurea entro il 2011).

Il Master è organizzato dalla Scuola di Formazione in Pedagogia Clinica “Istituto Itard” in collaborazione con il “Centro Studi Itard” che ha sede a Monte San Vito  (ANCONA) e risponde ai Criteridi qualità ed ai Programmi assunti dalla FIPED.

 

Il Master dà diritto all’iscrizioneall’Albo Professionale Speciale dei pedagogisti Clinici della FIPED, unitamente ai seguenti Albi Professionali della FIPED (per i soci FIPED):

1) Albo Professionale Nazionale dei pedagogisti della FIPED (per gli aventi diritto al titolo di “Pedagogista” – Laurea in Pedagogia o Laurea in Scienze dell’Educazione).

2) Albo Professionale Nazionale dei Dottori in Materie Pedagogiche della FIPED (per i laureati in Scienze della Formazione Primaria, altre lauree in ambito pedagogico e lauree affini).

3) Registro degli specialisti nella Dislessia c/o Centro Italiano Dislessia – Index IPRPrivate Sistem  International  Professional  Registers.

4) Registro degli  specialisti nell’autismo. c/o Index IPRPrivate Sistem  International  Professional  Registers.

5)Registro dei Coordinatori Pedagogici di Nido  c/o  Rete PAN -  Index IPRPrivate Sistem  International  Professional  Registers.

 

Al termine del Master, si rilasciano i seguenti Documenti:

  1. Diploma di Specializzazione in Pedagogia Clinica.
  2. Attestato di specializzazione nei Disturbi di apprendimento secondo le Pratiche Ecologico-Dinamiche (del CLIDD).
  3. Attestato di Responsabile scolastico sui DSA.
  4. Attestato di specializzazione sull’autismo (INDEX-IPR).
  5. Libretto Formativo e delle Competenze.

 

1. STRUTTURA DEL MASTER

 

Lezioni e seminari                                ore       300  (20 moduli/week end)

Autoformazione monitorata                              100

Autobiografia formativa                                     10

Formazione sul campo                                        80

Colloqui di orientamento alla professione              10

Valutazioni e tesi finale                                     100

Apertura del Libretto Formativo  e  delle  Competenze

Totale  n. 600 ore

 

2. SEDE

Aula didattica della Comunità San Martino al Campo, via Udine n° 19 - Trieste

 

3. ORARI

Moduli: venerdì  14.30-19.30, sabato 8.30-13.00  e  14.00-19.30.

È previsto un seminario intensivo estivo sui “Disturbi Specifici di Apprendimento” e sul “Coordinamento asilo-nido – rete PAN”.

POSSIBILITA’ RECUPERO MODULI.

 

4. COSTI

COSTI: Iscrizione - € 400,     I°  anno -  € 1.400,      II°  anno – € 1.400.

 

5. ISCRIZIONE

Domanda: Inviare la domanda d’iscrizione alla Sede amministrativa del CENTRO  STUDI  ITARD, Via I° maggio, 9 - 60037  Monte San Vito (AN), allegando: copia del certificato di laurea, ricevuta del versamento di  € 400.

Quote:

I° anno:            € 1800  (€ 400 all’iscrizione, prima rata  € 700 inizio Master, seconda rata  € 700 al 15 giugno 2011)

II° anno:           euro 1400 (€ 700 inizio II° anno e  € 700 al 15  giugno 2012).

I versamenti possono essere effettuati sul CCP n. 4655705  intestato a Centro Studi Itard- Via IV novembre,33 - 60037 Monte San Vito (AN). Causale: Master Pedagogia Clinica 2010-2012 –Trieste.

In alternativa, dopo il pagamento dell’iscrizione:

Bonifico periodico mensile (dalla propria banca), su Unicredit Banca di Roma  IBAN IT 27 D 03002 37320 00040 1406318 intestato a Centro Studi itard.

6. SISTEMAZIONI ALBERGHIERE

  • §         Hotel Alabarda, via Valdirivo 22, tel: 040 630269, www.hotelalabarda.it
  • §         Felice Bb Affittacamere Bed & Breakfast, via Venezian 2, tel: 040-307111
  • §         Albergo “Alla Posta”, piazza Oberdan 1, tel: 040-365208, www.albergopostatrieste.it
  • §         Residence “Al Corso”, Corso Italia 27, Tel. +39 347 3467204, www.residencealcorso.net
  • §         Nuovo Hotel Impero, via S. Anastasio 1, tel: 040-363339, 040-369166, 040-364242
  • §         Albergo Roma, via C. Ghega 2, tel: 040-369980

 

7. COME SI ARRIVA A TRIESTE

  1. 1.      Da autostrada A. 4 (Torino-Trieste): uscita Monfalcone Lisert. Proseguire fino all’uscita di Sistiana, percorrere la strada costiera fino alla Stazione FFSS
  2. 2.      In treno: da Venezia (linea Venezia Mestre – Trieste, scendere a Trieste C.le)
  3. 3.      In aereo: Aeroporto Trieste sito a Ronchi dei Legionari –Bus APT, Linea 51, fino a Trieste (Autostazione adiacente a Stazione FFSS)

La sede del Master dista, a piedi, 5 minuti di strada dalla Stazione FFSS prendendo via Pauliana

 

 

8. PROGRAMMA DEL CORSO

 

Le date dei moduli possono essere soggette a modifiche.

 

I°  MASTER  TRIESTE    -  I  ANNO

 

Modulo 1 -   Epistemologia della pedagogia clinica   -   7-8 gennaio 2011

Prof.   Piero   Crispiani  -  Università di Macerata – Pedagogista clinico

a. Epistemologia della pedagogia clinica: scienza e professioni, le scienze cliniche, la pedagogia clinica, la clinica della formazione, il dominio di lavoro, linee epistemologiche.

b. Epistemologia delle professioni: il professionista, il pedagogista clinico, le relazioni transdisciplinari/transprofessionali, le sinergie, strategie e protocolli professionali, ruoli e funzioni del pedagogista clinico.

c. Pedagogia clinica: tratti della pedagogia clinica, la clinica e il clinico, personalità, struttura e sviluppo; conoscere la personalità: funzioni, aree e dimensioni; educazione clinica, trattamenti, approcci e strategie. Costruire diagnosi, relazioni, consulenze, perizie.

 

Modulo 2 –  Clinica neurobiologica  -  28-29 gennaio 2011

Dott.ssa Majla Paci - Neuropsichiatria Infantile e Psicoterapeuta

a. Clinica neurobiologica: funzionamento del sistema nervoso, significato di eziologia, patogenesi, rapporto sistema nervoso/apprendimento, indicatori di alterazioni comportamentali, esami strumentali, disturbi dello sviluppo; manuali diagnostici: consultazione e uso; neurolinguistica.

Dott. Pierluigi Benes – Pedagogista Clinico - Udine

b. Progettazione nei servizi: Aspetti normativi, nazionali e regionali, sulla figura del pedagogista; la progettazione nei servizi alla persona

 

Modulo 3 –  Diagnostica pedagogica  -  11-12 febbraio 2011

Prof.   Piero   Crispiani  -  Università di Macerata – Pedagogista clinico

Diagnosi e diagnosi funzionale, diagnostica pedagogica e psicologica, manuali diagnostici (ICD. 10, DSM-IV), sistemi di classificazione ICF, tipologie diagnostiche. Strumenti e principi: osservazione clinica, colloquio clinico, esami funzionali, scale di livello/ordinali, tests, biografia e storia del caso, Tavole di Sviluppo, il Profilo cognitivo, il Profilo Dinamico Funzionale. Il Profilo di sviluppo. Restituzione e colloquio di restituzione. La cartella pedagogica.

 

Modulo 4 –  CLIDD 1[1] - Clinica della dislessia e disgrafia 1 – 12-13 marzo 2011

Prof. Piero Crispiani  -  Università di Macerata – Pedagogista Clinico

Modulo 1: disturbi, deficit e disordini, dislessia, disgrafia, discalculia, disturbi NAS, disorganizzazione neurologica, sintomi primari e secondari, eziologia neurobiologica, come si legge-scrive, dominanza laterale e processi cognitivi, logopatie e glotto-Kit, la struttura della successione, fluidità lettoria e scrittoria, fare diagnosi, diagnosi qualitativa, il progetto educativo.

 

Modulo 5 -     CLIDD 2 - Clinica della Dislessia e disgrafia 2 -   8-9 aprile 2011

Prof. Piero Crispiani e Gruppo di Ricerca CO.CLI.T.E.

Modulo 2: il trattamento, gli approcci, la strategia ecologico-dinamica, le azioni, i materiali, simulazioni di diagnosi e di trattamenti, sviluppi clinici, indicazioni per la scuola e per la famiglia, il setting ed il Kit professionale.

 

Modulo 6 -     CLIDD 3 - Clinica della Dislessia e disgrafia 3 –    6-7 maggio 2011

Prof. Piero Crispiani e Gruppo di Ricerca CO.CLI.T.E.

Modulo 3: Applicazioni ed esercitazioni relativi al trattamento CO.CLI.T.E.

 

Modulo 7 –  La pedagogia nella riabilitazione  -    27-28 maggio 2011

Dott. Agostino Basile – Pedagogista Clinico – Centro di Riabilitazione S. Stef. Potenza P.na (MC)

Presentazioni applicative di lavoro di equipe multidisciplinare, osservazione pedagogica e  presa in carico, diagnosi funzionale.

 

Modulo 8 –   Disturbi del comportamento -    17-18 giugno 2011

Prof. Daniele Fedeli – Università di Udine

La diagnosi, la prevenzione e il trattamento dei disturbi del comportamento

 

Modulo 9 –  Patologie del linguaggio –  9-10 settembre 2011

Dott.ssa Laura Porcelli – Logopedista – ASS n° 1 Triestina

Disturbi del linguaggio: descrizione, diagnosi, prevenzione, co-morbilità, linee del trattamento, avvertenze scolastiche.

 

 

 

Modulo 10 –   Clinica psicopatologica e progetto riabilitativo   -  7-8 ottobre 2011

Dott. Roberto Mezzina  - Psichiatra – Responsabile del CSM Barcola dell’ASS1 Triestina

Dott. Alberto Melloni -  Pedagogista Clinico  -  Mogliano Veneto

a) Principi generali: patologie e sindromi, disturbi mentali, disturbi neurologici, diagnosi psicologica e diagnosi psichiatrica

b) Comunità psichiatriche e intervento pedagogico: Tipologia di interventi, normativa di settore, il progetto riabilitativo, il ruolo del CSM, le figure professionali coinvolte, i servizi innovativi; strumenti e metodologie di carattere pedagogico

 

 

I°  MASTER  TRIESTE    -  II  ANNO

 

Modulo 11 –  La gestione della casa-famiglia e l’affido -   novembre 2011

Dott.ssa Ciammetti Orietta – Pedagogista clinica – Roma

a) Casa famiglia: costituzione: riferimenti legislativi e adempimenti; modalità di inserimento e dimissione; progetto educativo; valenza terapeutica e rapporti con i DSM; relazioni con i servizi sociali territoriali, tribunale minorile, ordinario, penale e procura della repubblica; il ruolo del pedagogista clinico e del pedagogista giuridico all'interno delle comunità.

b) Affidamento familiare: riferimenti legislativi; affidamento e adozione a confronto; il minore; la famiglia di origine; la famiglia affidataria; il ruolo dei servizi: tribunale minorile, servizi sociali territoriali, comunità di accoglienza nell'accompagnamento dei minori all'affido familiare; fallimento dell'affido e prospettive future; il ruolo del pedagogista nel percorso di affidamento familiare

 

Modulo 12 – I servizi per la prima infanzia: osservazione clinica del bambino- dicembre 2011

Dott. Luca Chicco – Università di Trieste

a. Psicologia dello sviluppo: elementi di sviluppo del bambino

b. Osservazione partecipante: l’osservazione clinica del bambino nella fascia 0-3 anni

 

Modulo 13 – I servizi per la prima infanzia: organizzazione e coordinamento – gennaio 2012

Dott.ssa Letizia Capparucci – Pedagogista Clinico

Intervento pedagogico: Normativa di settore, organizzazione dei servizi per l’infanzia, coordinamento pedagogico, programmazione e progettazione, strumenti operativi, la qualità totale, servizi innovativi e sperimentali per l’infanzia

 

Modulo 14 -   La pedagogia dei processi cognitivi     febbraio 2012

Prof. Piero Crispiani

Cognizione e metacognizione: strumenti. Gli stili di pensiero: mappe e strumenti di analisi ed autoanalisi. Il Sistema CO.CLI.T.E.. Il profilo e l’autoprofilo. Il potenziamento cognitivo e l’aiuto allo studio.

 

 

Modulo 15 -   Autismo 1[2]: Diagnosi e trattamento    -     marzo 2012

Prof. Piero Crispiani

Modulo A  -   Definizioni, eziologie, il quadro sindromico, strumenti diagnostici, approcci (psicogeno, etologico, comportamentista (Lovaas) TEACCH (Schopler), psico-educativo (Peeters), cognitivista, mentalista, il Profilo Dinamico, il Progetto Educativo, modalità di inserimento socio-scolastico. Le “Linee-guida” per l’integrazione scolastica. La prevenzione, il trattamento terapico.

 

Modulo 16 -   Autismo 2: Diagnosi e trattamento   -     aprile 2012

Dott. Agostino Basile   – Pedagogista Clinico – Centro di Riabilitazione Santo Stefano Potenza Picena (MC)

Modulo B - L’approccio A.E.R.C, approfondimento e declinazione tecnica. Clinica della riabilitazione.

 

Modulo 17 -   Autismo 3: Diagnosi e trattamento   -     maggio 2012

Prof. Piero Crispiani

Modulo C  - La prevenzione, l’adattamento agli ambienti, la cura dei materali. La gestione del caso, il monitoraggio.

 

Modulo 18 -   Intervento pedagogico nella scuola    -     giugno 2012

Prof.ssa Danila Tirabeni – Pedagogista Clinica – Belluno

a) L’intervento pedagogico nella scuola: colloqui clinico a scuola; metodi, tecniche e strumenti per la presa in carico di minori in situazioni problematiche complesse

b) La valutazione scolastica: metodi e strumenti per la valutazione in ambito scolastico

 

Modulo 19 - Intervento pedagogico col minore nel Servizio Sociale -settembre 2012

Dott.ssa Giovanna Santamaria -  Pedagogista Clinico - Pordenone

L’intervento pedagogico nei servizi per minori; la diagnosi pedagogica; gli strumenti di valutazione; il progetto educativo individualizzato; il raccordo con le altre figure socio-sanitarie

 

Modulo 20 - Pedagogia giuridica: Consulenza Tecnica d’Ufficio –ottobre 2012

Dott.ssa  Daniela Grieco – Pedagogista clinico - CTU Tribunale Vicenza

Dott. ssa Angela Manni - Pedagogista clinico - Albo periti in materia penale Tribunale L’Aquila

a) Il profilo del Consulente tecnico di ufficio e di parte - Quadro normativo del CTU nel c.p.c. e nel c.p.p. - Metodologia di  lettura di una perizia/consulenza – Metodologia di redazione di una relazione all’A.G.– Il pedagogista giuridico come testimone esperto

b) Lettura di C.T.U. ed esercitazioni pratiche

 

9. STILI  FORMATIVI  E  DIDATTICI

  1. Lezioni frontali.
  2. Laboratori e/o seminari.
  3. Stage.
  4. Formazione sul campo.
  5. Colloqui di orientamento alla professione.
  6. Supervisione di un tutor per ciascun corsista.
  7. Autovalutazione, autobiografia, apertura del Libretto delle Competenze.

FORMAZIONE  SUL  CAMPO

 

PRIMO ANNO: 50h di contestualizzazione e osservazione mirata: relazione scritta tramite

  1. 1.      una scheda osservativa delle diverse tipologie di:
    1. a.             ambiente
    2. b.            casi trattati
    3. c.             professionalità coinvolte (specialisti, educatori, riabilitatori, assistenti sociali…)
    4. d.            forme di osservazione (colloquio clinico, testistica, osservazione sul campo)
    5. e.             diagnosi (declaratoria, funzionale, educativa)
    6. f.              trattamenti.
    7. 2.            L’esposizione della somministrazione di almeno un test tra quelli studiati in formazione e/o un test in uso nella sede di formazione sul campo, secondo i seguenti descrittori:
      1. a.       destinatario
      2. b.      funzione testata
      3. c.       modalità e tempi di applicazione
      4. d.      criteri di valutazione
      5. e.       difficoltà di applicazione incontrate
      6. f.        eventuali osservazioni personali.

 

  1. 3.      Il piano personale di intervento professionale del corsista con l’indicazione della tipologia di casi sulla quale intende proseguire la propria formazione sul campo.

 

SECONDO ANNO: 50h di esercitazioni guidate: relazione scritta tramite:

a. presentazione del/i caso/i clinico/i seguito/i.

b.presentazione e commento della documentazione diagnostica esistente e personalmente applicata (diagnosi declaratoria, funzionale, profili, esami funzionali, test, scale di livello, ecc.).

c. presentazione e commento del progetto educativo o piano di riabilitazione realizzato.

d.presentazione e commento del trattamento applicato

e. difficoltà incontrate

f.  considerazioni personali.

g. Allegati

 

10. CONDIZIONI PER L’AMMISSIONE AL SECONDO ANNO

  1. rispetto dell’obbligo di frequenza per almeno l’80% delle ore previste;
  2. compilazione e consegna puntuale delle relazioni previste;
  3. ottemperanza alle valutazioni intermedie;
  4. rispetto ed adempimento delle condizioni di segreteria;

 

VALUTAZIONI

Ciascun docente dispone il proprio sistema di valutazione, attraverso prove o rilevazioni intermedie, convenuto con la direzione del Master. L’attribuzione dei crediti previsti nel piano curricolare, corrisponde al positivo superamento delle prove o rilevazioni intermedie.

La valutazione delle tesi finali, fino ad un massimo di punti 10 con eventuale lode, tiene conto delle valutazioni intermedie.

11. CONDIZIONI PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA

  1. Possesso del diploma di laurea (vecchio o nuovo ordinamento).
  2. Rispetto dell’obbligo di frequenza per almeno l’80% delle ore previste.
  3. Superamento delle prove intermedie o parziali.
  4. Compilazione e consegna puntuale delle relazioni previste.
  5. Presentazione dell’Autobiografia formativa.
  6. Presentazione della tesi almeno 30 gg. prima della discussione.
  7. Discussione relazione sulla formazione sul campo.
  8. Discussione individuale della tesi finale.

 

12. TESI

 

  1. La Tesi, di almeno 60 pagine, deve comporsi almeno delle seguenti parti:

a-      Frontespizio completo.

b-      Sommario.

c-      Presentazione.

d-      Argomentazione tematica.

e-      Funzioni del Pedagogista.

f-       Strategie e strumenti.

g-      Considerazioni conclusive.

h-      Bibliografia.

i-        Valutazione personale del servizio/tirocinio prestato.

j-       Bilancio delle competenze personali.

k-      Documentazione.

l-        Curriculum personale.

La relazione è seguita e presentata da un relatore tra i docenti formatori del master.

 

  1. Tipologie di tesi, anche integrabili:
  1. 1.      sperimentale (su teoria/ metodo/tecnica/strumenti propri del pedagogista)
  2. 2.      compilativa (su teoria/ metodo/tecnica strumenti propri del pedagogista))
  3. 3.      esperienziale sul territorio

La tesi va rilegata unitamente al frontespizio messo a disposizione dalla direzione del Master.

 

  1. La votazione di uscita è espressa con punteggio 100/100, con corrispondenza al sistema dei crediti e con possibile conferimento di lode  ( la votazione minima per l’accesso al diploma finale è 60/110 ). Il Diploma finale è di Specializzazione in Pedagogia Clinica, a firma del Direttore del corso, del docente relatore e del rappresentante della FIPED.

 

La Presidente

Dott.ssa Raffaela Maggi



[1]La frequenza ed il superamento dei Moduli 1, 2 e 3 relativi ai Disturbi Specifici di Apprendimento (CLIDD) dà diritto all'iscrizione gratuita al Registro professionale degli specialisti del CID (Centro Italiano Dislessia) diretto dal Prof. Piero Crispiani presso l’INDEX IPR – Private Sistem International Professional Registers  www.istitutoitard.t.

[2]La frequenza ed il superamento dei Moduli 1, 2 e 3 relativi all’autismo dà diritto all'iscrizione al Registro professionale degli specialisti  presso l’INDEX IPR – Private Sistem International Professional Registers  www.istitutoitard.t.

 

 

Allegati presenti per questo articolo

documento .doc

Allegato n.1: Domanda d'iscrizione al Centro Studi Itard

caricato il 15/11/2010 alle ore 22:48 (633 downloads)

documento .doc

Allegato n.2: Domanda iscrizione master

caricato il 01/12/2010 alle ore 17:12 (1546 downloads)

 

 

← torna alla pagina precedentetorna all'inizio della pagina ↑

 


 

alert

Commenti non abilitati dall'autore di questo articolo

Condividi questo articolo | Aggiungi ai preferiti:

facebook | google | myspace | twitter

aggiungi ai preferiti | stampa articolo | invia via email

Ti piace questo articolo? Hai trovato utili queste informazioni? si no

Questa pagina è stata visitata 10516 volte

Data inserimento articolo: 15/11/2010 | Ultima revisione: 20/11/2012 di crissilv


a 3 persone piace questo articolo | a 0 persone non piace questo articolo

 

alert

Non ci sono commenti per questo articolo

Nessun articolo presente


Password dimenticata

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti il nostro utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni OK